Nuova collaborazione Casa della poesia e il Fatto Quotidiano
04/04/2011

29/07/2015 Omaggio a Izet Sarajlic

sarajlic-bibli-e1426441686942
Omaggio a Izet Sarajlic 29/07/2015

Domani, mercoledì 29 luglio 2015 alle ore 20,30 a Casa della poesia (via Convento 21/a, Baronissi), un ricordo di Izet Sarajlic con Vojo Sindolic, poeta, scrittore, traduttore e intellettuale, fondatore di Casa della poesia.
Un omaggio affettuoso, tra ricordi e materiali vari, del grande poeta bosniaco, voce della Sarajevo città martire, amico di Alfonso Gatto, presidente onorario di Casa della poesia.
Nel corso dell'incontro sarà proiettato il video:

IZET SARAJLIC, SARAJEVO, FEBBRAIO 1994
Lettera a voce dalla Sarajevo assediata
di Marina e Andreas Achembach, film-video, sottotitolato in italiano, 1994

Nel febbraio 1994, durante una tregua dell'assedio di Sarajevo due giornalisti tedeschi, Marina e Andreas Achembach, visitano Izet Sarajlic nella sua casa e registrano una commovente lettera a voce indirizzata all’amico poeta Sinan Gudževic. È l’unico modo di comunicare e ne resta una drammatica testimonianza: sul progetto e sulla stesura del "Libro degli addii", sulla situazione intellettuale nella città assediata, sul modo di vivere, sulla carestia, sulle famiglie divise, sull’amore che, non scomparso dalla città doveva, secondo lui, vincere sull’odio dei bombardamenti. Il poeta dà un interessante bilancio dei mondi fantasiosi e fittizi della letteratura mondiale che nella tragedia della guerra hanno rappresentato per lui un’oasi di umanità e di forza per resistere: citazioni, frasi, reminiscenze. Sarajlic conclude che la sorte di quei poeti che non si sono schierati con le ideologie nazionaliste dopo la terribile guerra sarà forse quella di errare nei luoghi provvisori, ancora da definire.
Un commovente testamento spirituale di straordinaria intensità e lucidita.
Sarà anche l’occasione per riflettere sul senso della “poesia in tempo di guerra”, sulle opere di Sarajlic (Raffaella Marzano leggerà alcune traduzioni) e per ricordare l’importante esperienza di Casa della poesia, che per dieci anni ha curato, nella capitale bosniaca, gli Incontri internazionali di poesia in sua memoria.
Sarà anche proiettato un frammento dello spettacolo di Erri De Luca e Gianmaria Testa "Chisciotte e gli invincibili" nel quale viene ricordato, letto, cantato Izet Sarajlic.
Vi aspettiamo!

Casa della poesia
via Convento 21/a
Baronissi (SA)
3476275911