Nuova collaborazione Casa della poesia e il Fatto Quotidiano
04/04/2011

zlobec-ciril-62 Biografia

Ciril Zlobec
ciril-zlobec1
Ciril Zlobec, poeta, romanziere, saggista, antologista, traduttore, redattore, accademico, è nato il 4 luglio 1925 a Ponikve (Carso triestino, dalla parte slovena), nono e ultimo figlio di una famiglia contadina. La scuola elementare (italiana) frequentò nel vicino paese, le prime classi ginnasiali nel seminario minore, prima a Gorizia, poi a Capodistria. Nel 1941 fu espulso dal seminario “perché scriveva poesie in sloveno” (erano gli anni duri del fascismo) e, in conseguenza, “per assenza di spirito religioso”.
Gli anni successivi furono per Zlobec segnati dalla logica della guerra: a diciassette anni (sloveno “sospetto”) fu confinato in Abruzzo, nel settembre del ’43 ritornò in patria e prese parte attiva alla Resistenza slovena. Dopo la liberazione continuò gli studi a Ljubljana, si laureò nella lingua e letteratura slovena e russa, si sposò ed è padre di due figli. Per tre decenni lavorò nel giornalismo (prima da un quotidiano, poi alla Radio e TV), nel frattempo diresse due riviste letterarie (la prima per cinque, la seconda per trent’anni), ed era, tra l’altro, presidente degli scrittori jugoslavi, due volte deputato al Parlamento della Repubblica di Slovenia (organo collettivo), è membro di quattro Accademie delle scienze e delle arti: della slovena (Ljubljana, per due volte vicepresidente, ora membro della Presidenza), della croata (Zagabria), europea (Salisburgo) e della Mediterranea (Napoli).
Per meriti nel campo culturale e letterario Zlobec è stato più volte onorato con i massimi riconoscimenti nazionali sloveni, tra gli altri con la Medaglia d’oro per il lavoro (culturale) e con il Distintivo d’oro della libertà.

Ciril Zlobec ha preso parte a Napolipoesia (2001), Incontri internazionali di poesia di Sarajevo (2003), Sidaja. Incontri internazionali di poesia (Trieste, 2004).