Nuova collaborazione Casa della poesia e il Fatto Quotidiano
04/04/2011

PREMIO INTERNAZIONALE CASA DELLA POESIA "REGINA COPPOLA" Teatro A. Genovesi, Salerno

34686501-10213827552057858-660099558151290880-o
34686501-10213827552057858-660099558151290880-o
PREMIO INTERNAZIONALE CASA DELLA POESIA "REGINA COPPOLA" Teatro A. Genovesi, Salerno 08/06/2018 Venerdì 8 giugno 2018
ore 19,30
Teatro "A. Genovesi"
via Principessa Sichelgaita, 12,
Salerno
PREMIO INTERNAZIONALE CASA DELLA POESIA "REGINA COPPOLA"

Premio internazionale Casa della Poesia alla poetessa Agneta Falk

La terza edizione del Premio internazionale Casa della Poesia, fortemente voluto dalla famiglia Cavallo-Coppola in piena sintonia con la Casa della Poesia di Baronissi-Salerno, per mantenere vivo il ricordo di Regina Coppola (16 giugno 1956 - 6 giugno 2015), la cui sensibilità verso i valori estetici e di solidarietà sociale sono ben noti a quanti l’hanno conosciuta, sta per giungere all’evento conclusivo. In coerenza con la personalità di Regina e con la storia della Casa della Poesia, il Premio è improntato alla sobrietà e all’assoluta indipendenza, non richiedendo patrocini o contributi da parte di Enti o Istituzioni pubbliche e private. Con esso si intende valorizzare il lavoro svolto da una donna nel corso degli anni in campo letterario e che sia stato affiancato da un rilevante impegno civile e sociale. E questo come omaggio a Regina Coppola e nella piena consapevolezza delle maggiori difficoltà ancora oggi affrontate dalle donne per affermarsi in tutti i campi della vita in Italia e nel mondo.
Il Premio - che nelle precedenti edizioni è stato conferito alla slovena Barbara Korun (2016) e alla siriana Maram al-Masri (2017) - pertanto viene attribuito alla carriera a una poetessa che si sia particolarmente distinta secondo le due direttrici appena ricordate.

La giuria del Premio internazionale Casa della Poesia, composta da Raffaella Marzano (Presidente), Stefania Zuliani, Giancarlo Cavallo, Sergio Iagulli e Francesco Napoli, ha scelto, all’interno di una rosa di nomi segnalati dagli stessi componenti, la vincitrice.

Il premio alla carriera è attribuito, per questa terza edizione, alla poetessa AGNETA FALK.

Agneta Falk, svedese di nascita, ma raffinata anglofona di adozione, è poeta e artista visiva; con il suo lavoro, permeato di grande sensibilità ed umanità, ha realizzato ponti tra lingue, linguaggi e culture diverse. Co-fondatrice del teatro politico The Pantalons di Stoccolma, negli anni '90 Agneta ha organizzato in Inghilterra numerosi eventi culturali per la diffusione della poesia, ha guidato un gruppo di donne scrittrici e ha lavorato in centri di recupero per persone affette da handicaps mentali. È anche attivamente impegnata nella lotta contro il traffico di esseri umani ed è membro della Revolutionary Poets Brigade, organizzazione che promuove lo sviluppo della coscienza sociale a San Francisco (dove attualmente vive) e nel mondo.

È possibile leggere ed ascoltare alcune poesie della vincitrice, oltre a notizie bio-bibliografiche ed approfondimenti critici sul sito www.casadellapoesia.org e sulla rivista multimediale Potlatch http://www.potlatch.it/.

Il Premio (del valore di 1.000,00 €), messo a disposizione dalla famiglia Cavallo-Coppola, e un’incisione di Gaetano Bevilacqua, verranno consegnati nel corso di una serata pubblica che si terrà venerdì 8 giugno, presso il Teatro "A. Genovesi", via Principessa Sichelgaita, 12, Salerno, dalle ore 19,30. Seguirà un reading nel quale Agneta Falk sarà accompagnata da Valerio Celentano alla chitarre e Marco Cuciniello al contrabbasso (Chi/asso Duo).

*

info: 347 6275911
PREMIO INTERNAZIONALE
CASA DELLA POESIA
REGINA COPPOLA
III edizione

Proclamazione della vincitrice - Motivazione


Il Premio internazionale Casa della Poesia, è stato fortemente voluto dalla famiglia Cavallo-Coppola in piena sintonia con la Casa della Poesia di Baronissi-Salerno, per mantenere vivo il ricordo di Regina Coppola (16 giugno 1956 - 6 giugno 2015), la cui sensibilità verso i valori estetici e di solidarietà sociale sono ben noti a quanti l’hanno conosciuta. Il Premio, improntato alla sobrietà e all’assoluta indipendenza, intende valorizzare il lavoro svolto da una donna nel corso degli anni in campo letterario e che sia stato affiancato da un rilevante impegno civile e sociale. E questo come omaggio a Regina Coppola e nella piena consapevolezza delle maggiori difficoltà ancora oggi affrontate dalle donne per affermarsi nella vita economica e sociale.
La giuria, presieduta da Raffaella Marzano e composta da Stefania Zuliani, Giancarlo Cavallo, Sergio Iagulli e Francesco Napoli, ha deciso di attribuire il Premio internazionale Casa della Poesia “Regina Coppola” a AGNETA FALK, con la seguente motivazione:

Agneta Falk, svedese di nascita, ma raffinata anglofona di adozione, è poeta e artista visiva; con il suo lavoro, permeato di grande sensibilità ed umanità, ha realizzato ponti tra lingue, linguaggi e culture diverse.
Come acutamente detto nell’introduzione a It’s Not Love, It’s Love : “La poesia di Agneta Falk riflette la sua costante convinzione che l'apice dell'espressione umana deve affermare un'atmosfera libera, senza confine, come una specie di sommità di montagna internazionale che è contemporaneamente la nuova terra millenaria. Questa contraddizione, di altitudine e condizione terrena, è ciò che alimenta il suo lavoro, sia che scriva una poesia d'amore e la natura che la ispira, che una poesia che condanna l'ingiustizia sofferta dagli esseri umani a causa dei sistemi di sfruttamento e oppressione.”
Alberto Masala, nell’introdurre Heart Muscle, la più recente pubblicazione della Falk in Italia, afferma che “…pur restando sempre colloquiale e diretta, la sua lingua non s’indebolisce, anzi, l’assenza di giochi formali, enfasi, ermetismi... la rende più acuta e penetrante, sostanziale e inevitabile. (…) Il suo verso, femminile nello sguardo e spesso anche nella sostanza dell’osservazione o dell’affettività ("Le donne come te", "Venduta", "Astrid", "Madge", "Lei"...), è popolato da umanità di emarginati e vittime di cui rivendica ed espone la sofferenza, tutelandoli con un vigile senso di pietà che mostra ad oltranza la dignità anche nelle sue violazioni più estreme (…). Solo un’identità così forte ed onesta poteva impugnarne i simboli per agitarli davanti alle nostre coscienze.”
Co-fondatrice del teatro politico The Pantalons di Stoccolma, negli anni '90 Agneta ha organizzato in Inghilterra numerosi eventi culturali per la diffusione della poesia, ha guidato un gruppo di donne scrittrici e ha lavorato in centri di recupero per persone affette da handicaps mentali. È anche attivamente impegnata nella lotta contro il traffico di esseri umani ed è membro della Revolutionary Poets Brigade, organizzazione che promuove lo sviluppo della coscienza sociale a San Francisco (dove attualmente vive) e nel mondo.

Per l’insieme della sua opera e per la grande sensibilità umana e sociale, la giuria ritiene, in coerenza con gli intenti programmatici già menzionati, di conferire a Agneta Falk questo premio dedicato alla memoria di Regina Coppola.