Nuova collaborazione Casa della poesia e il Fatto Quotidiano
04/04/2011

La poesia resistente Salerno Presentazione

Casa della poesia, in collaborazione con il Comune di Salerno, Assessorato alla Cultura e Università, la Soprintendenza BSAE, l’Università degli Studi di Salerno e Salerno Energia organizza “La poesia resistente!”, nei giorni 28 e 29 aprile e 2 maggio, alle ore 20.30, presso il Museo Diocesano “San Matteo” (Largo Plebiscito, 10, Salerno).

La manifestazione nasce come una festa di poesia e di amicizia per celebrare il decennale della scomparsa di Izet Sarajlic, presidente onorario di Casa della poesia e cittadino onorario della città di Salerno.
È proprio nel nome di Sarajlic che Casa della poesia ha organizzato per 10 anni un festival di poesia a Sarajevo provando, alla fine della guerra di Bosnia e dell’interminabile assedio della sua capitale, a “costruire con la poesia ponti di pace”.

Linea guida per questo evento è “La poesia resistente!”, espressione che ha in sé varie possibilità di interpretazione. La ricerca poetica, che abbiamo voluto presentare in questa occasione , confrontandosi con il reale, prova con la parola a squarciare il buio e a contrastare il dolore dell’esistenza con l’arma fragile eppur potente della poesia.
La poesia quale forma di resistenza culturale, morale e spirituale comunica direttamente con il cuore e con la mente, parla della vita, della gente, dell’amore, è luogo di incontro e di scambio, costruisce molteplici possibilità di dialogo e di comprensione reciproca, offre testimonianze e partecipazioni. È ricerca nel passato, nelle tradizioni, nelle memorie ma è pur sempre proiettata nel futuro, come possibilità di salvezza spirituale del genere umano.

“La poesia resistente!” si articola in diversi momenti, il primo presenta il collaudato schema di Casa della poesia che prevede due giornate dense di reading, con ospiti provenienti da vari angoli del mondo, poeti e musicisti.

Tra gli ospiti presenti: Ferruccio Brugnaro (Italia), Michel Cassir (Libano/Francia) e Claudia Christiansen (Francia), Giancarlo Cavallo (Italia), Agneta Falk (Svezia/Inghilterra), Andrea Garbin (Italia), Sinan Gudzevic (Serbia/Croazia), Jack Hirschman (Stati Uniti) e Gaspare di Lieto (Italia), Gianluca Paciucci e Adriana Giacchetti (Italia), Sotirios Pastakas (Grecia), Juan Vicente Piqueras (Spagna), Lucija Stupica (Slovenia) e Henrik C. Enbohm (Svezia), Antonio Trucillo (Italia).

E in video: Izet Sarajlic, Lawrence Ferlinghetti, Leonard Cohen, Mario Benedetti e Daniel Viglietti, Ante Zemljar, Rafeef Ziadah, Allen Ginsberg, Juan Carlos Mestre, Janine Pommy Vega, Erri De Luca.

Inoltre l’artista Salvatore Marrazzo presenterà una sua serie di fotografie dal titolo “Poeti” mentre lo storico della poesia Francesco Napoli terrà un seminario sul rapporto tra Izet Sarajlic e Alfonso Gatto.

Dopo le due giornate con i poeti “La poesia resistente!” ritorna il 2 maggio con la celebrazione del decennale della scomparsa di Izet Sarajlic – così come lui avrebbe voluto, senza retorica, con gioia, con poesia, musica, brindisi – attraverso letture, racconti, testimonianze, canzoni e la proiezione della straordinaria testimonianza in video dalla Sarajevo sotto assedio, "Izet Sarajlic, Sarajevo, marzo 1994".

A venti anni dall’inizio della tragedia della guerra di Bosnia e dell’assedio di Sarajevo, città martire e città di Izet Sarajlic, sarà l’occasione di raccontare l’esperienza di Casa della poesia nella capitale bosniaca.

Una magnifica occasione per i salernitani che vorranno condividere questa esperienza per riappropriarsi di alcuni dei luoghi più caratteristici del centro antico della città, carichi di storia quanto di vita; un’occasione irripetibile, per chi viene da più lontano, di visitare una città incantevole, di immergersi nelle sue bellezze e nella sua cultura e di trascorrere alcune serate ascoltando i versi di questi viandanti della parola.




Al termine delle serate i poeti e gli organizzatori si recheranno per la cena all’Hostaria “Il Brigante” (a pochi metri dal Museo, via Fratelli Linguiti 4). Chi volesse aggregarsi per trascorrere qualche ora con noi può prenotare ad un costo politico di 15 euro (Il Brigante, tel. 3283423428). I posti sono pochi e quindi si consiglia di farlo subito.

_______________________

Info: 089/953869 - 347/6275911