Nuovo sito per Casa della poesia. Cosa ne pensate? Inviateci un feedback
04/04/2011

le-stelle-a-chi-le-lavora-juan-carlos-mestre Introduzione

Le stelle a chi le lavora "Le stelle a chi le lavora" è un viaggio cronologico nei versi straordinari di uno dei protagonisti assoluti della scena poetica spagnola contemporanea, Juan Carlos Mestre.
copertina-mestre
Le stelle a chi le lavora 2012 88-86203-63-2 304 Poesia come pane Raffaella Marzano, Guadalupe Grande Raffaella Marzano, Guadalupe Grande
20,00 €
Comprami
e Leggimi
"Le stelle a chi le lavora" è un viaggio cronologico nei versi straordinari di uno dei protagonisti assoluti della scena poetica spagnola contempo-ranea, Juan Carlos Mestre.
La sua opera realizza un punto di svolta, un’apertura delle tradizioni spagnole, appiattite in canoni essenzialmente autoctoni, alle diverse poetiche della fine del secolo XIX e del XX in un dialogo permanente e critico con le poetiche dell’avanguardia.
La poesia di Juan Carlos Mestre è di una potenza inusuale, tanto nel suo carattere espressivo, quanto nella sua capacità di riunire e moltiplicare un tessuto simbolico che cresce in maniera esponenziale nella polisemia essenziale della sua dizione.
Davanti al miraggio dell’autore, “la poesia apre le sue porte affinché fantasmi e voci tornino vivi dalla catastrofe civile al luogo da cui furono espulsi (…). Questa poesia oscilla tra le più strazianti incarnazioni del profetico e la discontinuità della prosa del mondo; tra lo splendore del mito e la narrativa erratica dei successi immaginari oltre il crudele stupore dell’esperienza”, secondo le parole di Javier Bello.
Un’assemblea di voci in cui la molteplicità dei soggetti poetici contemporanei sono ospitati come ultima possibilità di parola della coscienza civile e l’imperativo categorico della memoria delle vittime, dei deboli e degli oppressi. Una poesia di aspirazione totalizzante, ma estranea a qualsiasi precettistica e volontà sanzionatoria.